Analisi fondamentale

Che cos’è l’analisi fondamentale?

L’analisi fondamentale ci permette di capire l’andamento di un asset attraverso dei macro dati finanziari, per macro dati intendiamo notizie rilevanti in abito economico.

L’analisi fondamentale è, insieme all’analisi tecnica, uno dei metodi più importanti di analisi di mercato. Mentre i trader tecnici prendono tutte le informazioni, di cui hanno bisogno per operare, dai grafici, i trader fondamentali valutano i fattori al di fuori dei movimenti di prezzo dell’asset.

A cosa serve l’analisi fondamentale?

Ricapitolando l’analisi fondamentale cerca di prevedere l’andamento di un asset (che sono: titoli, features, derivati, …) in base a informazioni quali:

  • Informazioni aziendali (es. bilanci, utili, previsioni e notizie trapelate dall’interno, discorsi presidenti, manager ecc..).
  •  Notizie di natura economica (dati micro e macro-economici) legate ad un paese o ad un prodotto specifico.
  •  Situazione politica del paese o dei paesi coinvolti sempre in relazione all’asset che si sta analizzando
  • Situazione sociale di un paese o dei paesi coinvolti.
  • la tipologia di settore dell’asset (settori ciclici e anticiclici).
analisi fondamentale

La regola che sta alla base di questo tipo di analisi è che per stabilire il valore di un azione (o di un asset in generale) si cerca di capire il valore reale dell’azienda (o del prodotto), quindi ci si interroga per capire se il valore stimato sia più alto o più basso del valore di mercato e di conseguenza decidere se vendere o comprare.

Questa tipologia di analisi viene effettuata dagli analisti fondamentali che cercano quindi di raccogliere tutte le informazioni quali: settore, persone coinvolte nell’asset societario, bilanci, clienti, utili, concorrenti, previsioni, … ) che possono in qualche modo influenzare le scelte future degli azionisti.

Esempio di analisi fondamentale

Ad esempio una stima al rialzo degli utili aziendali potrebbe portare, se confermata, ad un aumento dei compratori del titolo dell’azienda in previsione di un rialzo, e ad un conseguente effettivo rialzo del valore del titolo.

Chiaramente è molto importante, per un’analista, studiare le notizie economiche che vengono periodicamente pubblicate, soprattutto quelle riguardanti le maggiori potenze economiche come Usa, UK, Cina e Russia, che essendo vere e proprie potenze economiche, infatti questi paesi sono in grado di influenzare i mercati finanziari con i loro dati e le loro previsioni.

Analisi fondamentali dei principali titoli italiani

Diversi siti autorevoli mettono a disposizioni le analisi fondamentali dei principali asset, vi consigliamo di esaminare la lista di analisi messe a disposizione da Il Sole 24 ore, si tratta dei principali titoli italiano quotati in borsadisponibili qui.

Differenza fra Analisi Tecnica e Analisi Fondamentale?

L’analisi tecnica studia le dinamiche del prezzo, analizzando i grafici e interpretando oscillazioni e trend, invece l’analisi fondamentale contrariamente a quanto enunciato dalla prima regola di Charles Henry Dow, determina il trend di un mercato, studiando eventi e influenze esterne.

Da sola, l’analisi tecnica, non può considerarsi una soluzione sempre efficace per fare trading, ma va sempre affiancata da un modello di money management efficace e da una buona dose di buon senso e ponderatezza.

Molti Trader esperti la ritengono che l’analisi tecnica sia un punto fermo fondamentale e che hanno realizzato degli ottimi guadagni basandosi esclusivamente sulla lettura dei grafica

D’altro canto ci sono anche molti Trader che si dicono contrari all’analisi tecnica in quanto non la ritengono affidabile nella previsione dei prezzi.

In conclusione il nostro consiglio è di studiarla a fondo e di iniziare a metterla in pratica in modo virtuale, tramite un attività di trading virtuale, da effettuare su carta o meglio ancora tramite qualche sistema demo, disponibile nella maggioranza dei brokers.