CFD

Cosa sono i CFD?

I CFD come una grande rivoluzione nel trading online, se sei arrivato su questa pagina è perchè non hai compreso esattamente cosa sono i CFD e come funzionano.

CFD

In questo pagina ti guiderò passo dopo passo al trading sui Contract for Difference (Contratti per Differenza comunemente chiamati CFD).

CFD o Contract for Difference sono uno strumento molto amato e utilizzato nel trading online e giorno dopo giorno sono sempre di più gli investitori che ne fanno un uso quotidiano.
Scegliendo i CFD si investe in uno strumento finanziario il cui prezzo dipende dal sottostante, ovvero un altro strumento – come le azioni, cambi forex, indici, materie prime – evitando la burocrazia e aprendo posizioni più velocemente.

Ma cosa sono i CFD esattamente? Come funzionano?
Facciamo chiarezza.

Capire cosa sono esattamente i CFD e come funzionano è un passo importante per chi vuole integrare le sue conoscenze sul trading on line e chiaramente trarne profitti.
Tuttavia, bisogna sapere che i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori e per questo è importante conoscerli affondo: ecco una guida pratica e completa.

Andiamo dritti al sodo I CFD o Contract for Difference (letteralmente “contratti per differenza”) sono strumenti derivati che vengono utilizzati per scambiare altri prodotti finanziari, senza possederli realmente. In sostanza per noi umili mortali, comprare delle azioni potrebbe essere difficile a causa del loro prezzo elevato, per la possibile indisponibilità o per gli infiniti adempimenti burocratici.

È qui che entrano in ballo i nostri CFD: infatti grazie ad essi ogni trader può stipulare contratti di acquisto o di vendita con proprio broker o intermediario, nel momento e nei modi che più gli vanno a genio. Va tenuto a mente che con i CFD il trader non possiede realmente l’asset finanziario scelto, ma è in possesso di un contratto con il broker che replica esattamente la quotazione del prodotto di riferimento.

Per farla breve, questi strumenti si definiscono Contract for Difference perché lo strumento negoziato (azione) sarà scambiato secondo le reali condizioni di mercato e il guadagno o la rispettiva perdita rispecchierà esattamente la differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita del prodotto finanziario, esattamente come avviene in Borsa.

Quali sono i vantaggi dei CFD

CFD hanno diversi vantaggi importanti, che spiegano come mai questo strumento abbia tanto successo tra i trader e si stia diffondendo con un trend crescente:

  • Massimizzare il potere d’acquisto iniziale pagando soltanto una piccola percentuale, grazie alla leva finanziaria che permette di negoziare prodotti costosi con piccole somme;
  • Generare profitto sia quando il mercato è in rialzo, sia quando è in calo, dal momento che è possibile operare sia long (buy) che short (sell);
  • è possibile scambiare CFD sulle azioni, sugli indici azionari, sulle valute, sulle commodities e su molto altro ancora.

Esempio CFD

Per capire pienamente il funzionamento dei CFD facciamo un esempio pratico. Ipotizziamo che un trader svolga un’analisi tecnica secondo la quale prevede un apprezzamento delle azioni Google da 750$ a 800$ l’una: egli avrà bisogno di sborsare ben 750$ per comprare una singola azione e realizzare un profitto, nel caso la sua analisi si riveli esatta, di 50$ salvo commissioni. Questo a patto che qualcuno sia disposto a vendergli una singola azione.

Grazie ai CFD e grazie all’utilizzo della leva finanziaria, il trader può in ogni momento decidere in prima persona la cifra da investire ed ha la possibilità di limitarsi a somme di gran lunga inferiori, proporzionando i guadagni.