La psicologia e il Trading online

Dopo aver assodato che per avere successo nel trading online, occorre possedere molte capacità e sviluppare parecchie competenze. Tra questi: la comprensione dei principi di base del trading, l’analisi tecnica di trading e l’analisi fondamentale, i mercati, etc. Un elemento da non sottovalutare è la psicologia del trading.

Qui non si tratta di studio accademico, vi sembrerà assurdo ma un giusto approccio psicologico è in grado di virare l’esperienza di un trader verso il successo o il fallimento. Quando si comincia a operare nel mondo del trading online, gli operatori sviluppano strategie cercando (ovviamente) di ottenere più guadagni possibili, ma molti sottovalutano le proprie emozioni, ovvero non riescono a mantenere una giusta dose di disciplina nei propri affari.

Le emozioni nel trading

Le emozioni nel trading online

Paura
Se sei alla prime armi la paura è probabilmente la prima emozione che proverai quando comincerai a vedere grafici, schermi e informazioni difficili da comprendere. Tutto ciò è davvero una sensazione orribile, ma questo con lo studio e la pratica potrai affrontare facilmente questa emozione, a seguire la paura può essere un fattore limitante causando la mancata apertura di posizioni potenzialmente redditizie, ecco dunque l’importanza di calcolare i momenti giusti di entrata. Capire cosa sia la paura che si annida dentro di te è il primo passo per superare le tue emozioni, una sensazione questa capace di farti tirare indietro solo perché stai iniziando a cimentarti con qualcosa di cui sai ancora poco. Il trading però non è una minaccia. C’è poco da temere quando si fa trading. Ciò che serve è semplicemente tempo e conoscenza per capire cosa stai facendo, perché lo stai facendo e in che modo puoi avvantaggiarti da tutto questo.

Avidità
Anche l’avidità può essere il tuo peggior nemico. Per non esserne sopraffatti, occorre sapere quando è il momento di fermarsi e intascare i profitti. I trader non vorrebbero mai disconnettersi quando il trading procede bene. Questa mentalità però può essere la tua rovina. Signori lasciamo da parte le sensazioni, ma seguiamo sempre la logica. Sappiamo che superare una perdita non è mai facile, tuttavia vi assicuro che sconfiggere l’avidità sarà ancora più difficile. Concludere in positivo un’operazione di trading non garantisce che anche la successiva avrà lo stesso esito, quindi esci dalla posizione e goditi il tuo guadagno. È importantissimo riconoscere il prima possibile “i campanelli d’allarme dell’avidità”, decidere che non devi “fare un po’ di più” e attenersi al tuo piano di trading sui cui hai già basato la tua decisione iniziale dopo accurati ragionamenti e valutazioni tecniche. L’avidità può portare alla dipendenza esattamente come il gioco d’azzardo.

Speranza
Nel trading  la speranza è un’emozione piuttosto inutile, può risultare alquanto dannosa. Pensare positivo per un trader è importante, ma l’ottimismo deve essere comunque tenuto sotto controllo confrontandosi direttamente con la strategia. I trader cadono spesso nella trappola di creare un falso senso di speranza ovvero che i mercati si adegueranno alle loro aspettative, salvando le loro posizioni se gli daranno un po’ più di tempo, questo accade tipicamente nel forex.

Rimpianto
Un’altra emozione è il pentirsi di aver perso un buon affare. Potresti quindi essere tentato di entrare nello stesso trade “mancato” con la speranza di ottenere un profitto ma sul quale sei già arrivato troppo tardi e dunque andando incontro a un’inevitabile perdita. I rimpianti sono pericolosi in quanto si può trasformare in demotivazione dopo una serie di scambi falliti, se entriamo tardi nel mercato, scivolando via via verso la frustrazione. La soluzione è mantenere una certa disciplina nella propria attività e giudizio. Questo è esattamente ciò che hanno fatto e fanno i trader di successo.

La mentalità corretta per fare trading

Come dico sempre prima di conoscere il mercato occorre conoscere bene il proprio profilo psicologico, questo significa saper dominare emozioni, reazioni e limiti, quindi mantenere la disciplina ogni volta che inizierai a fare trading sarà l’ABC del trtading.

Un altro fattore da prendere in considerazione è la quantità di denaro che ti puoi permettere di perdere se i mercati non dovessero volgere a tuo favore, qui parliamo di money management.

Gestire le proprie emozioni

Come abbiamo detto saper gestire le proprie emozioni durante le operazioni di trading è il miglior approccio possibile. Il trading può diventare piuttosto stressante qualora la posizione improvvisamente viri dalla parte sbagliata, infatti molti trader prendono decisioni irrazionali o “al volo”, che spesso si rivelano sballate e svantaggiose.

Ovviamente consigliamo di esercitarsi con il conto demo gratuito che ti consente di esercitarti nel trading e imparare a conoscere i mercati senza alcun rischio per il tuo capitale.

psicologia conto demo e reale

Specifichiamo che avere un conto in denaro reale stimolerà una diversa reazione emotiva dal conto demo, infatti la psicologia cambierà notevolmente, infatti nel conto demo ti sentirai sicuro di te, perchè inconsciamente sai che non sono soldi reali, detto ciò si consiglia sempre di partire con la demo per farvi le ossa con l’analisi, ma appena inizierete con il conto reale dovrete fare i conti con tutte le emozioni sopra elencate.Ecco perchè prima imparate a dominare tali emozioni prima diverrete dei trader professionisti.